Siracusa1924,pronto riscatto.Poker al Comiso

Quaterna  al Comiso ed il Siracusa comincia a correre. La gara si mette subito bene per i padroni di casa (in completo bianco), che sbloccano il risultato dopo 8 minuti. Savasta su rigore (concesso per un mani in area verdearancio) spiazza Di Martino. La gioia dura una manciata di secondi perché il Comiso approfitta di un errato disimpegno in uscita degli aretusei e trova il pari con Diallo che, da posizione centrale, in area, batte Genovese. Il Siracusa prova a reagire e al 18’ a suonare la carica è Montagno che, palla al piede, parte dalla trequarti aretusea, percorre una quarantina di metri e scarica su Savasta, che crossa per Ficarotta, che si coordina ma non trova la porta. Al 35’ traversone di Ababei e destro al volo di Ricca alto di un paio di metri. Nel finale di tempo Savasta, servito sulla corsa da Ficarrotta, calcia da destra sul primo palo e trova la deviazione in angolo di Di Martino.

In apertura di ripresa, occasione per Guerci, che non inquadra la porta da posizione defilata. Al 15’ Giordano (alla duecentesima presenza con il Siracusa) salva sulla linea una conclusione ravvicinata (al culmine di una veloce azione in ripartenza) di Diallo e sette minuti dopo arriva il 2-1 degli aretusei. Lo realizza Savasta, che supera un paio di avversari, prende la mira e gonfia la rete con un preciso diagonale. Al 40’ Mascara, appena entrato, chiude i conti in contropiede. Il tiro di Belluso si trasforma in assist per il compagno che, da due passi, mette dentro la terza marcatura azzurra. Nel finale splendida esecuzione di Maimone che, su punizione, imita Ficarrotta e fa 4-1. Tre punti importanti per il Siracusa, i primi di questo campionato.

foto Simona

SHARE